Stati Generali del Sociale ALBA

Gli Stati Generali del Sociale sono largo processo di pianificazione sociale partecipata realizzata dal Consorzio Socio Assistenziale Alba Langhe e Roero, su proposta del Comune di Alba, con la collaborazione dei Comitati di Quartiere e con il contributo dei soggetti pubblici territoriali, degli attori del terzo settore e dei cittadini albesi.

Le finalità dell’intervento sono quelle di rafforzare le politiche di sviluppo dei servizi, attraverso un processo che consente a cittadini e operatori dei servizi di concorrere a individuare e definire le linee di intervento e le priorità da realizzare insieme ai decisori locali.

Il rafforzamento dei servizi della città non può prescindere da un rafforzamento del senso di comunità tra le persone, della coesione sociale e territoriale, dall’emersione di processi di mutualità e solidarietà tra cittadini e dall’assunzione diretta della responsabilità di costruire cittadinanze e legami, da parte degli abitanti albesi.

L’intervento degli Stati Generali del Sociale di Alba è stato pensato lungo tre macro-fasi di implementazione.

Prima fase: Individuazione delle tematiche prioritarie per lo sviluppo di coesione sociale in funzione del rafforzamento dei servizi alle persone del futuro.

Seconda fase: Definizione di piani di intervento strategici tematici per ciascuna delle linee e priorità individuate nella prima fase.

Terza fase: Restituzione pubblica dei piani di intervento strategici tematici.

 

Prima Fase – Individuazione tematiche

Attraverso la collaborazione con i Comitati di Quartiere cittadini si organizzano 6 assemblee pubbliche con i cittadini residenti nel quartiere.

I partecipanti sono stati reclutati dai componenti dei Comitati di Quartiere con l’indicazione di vedere presenti tutte le componenti generazionali, culturali, religiose, professionali, commerciali presenti nell’area.

Le assemblee pubbliche sono condotte attraverso la metodologia del World Cafè che consente di strutturare un clima informale tra i presenti e facilitare il confronto e l’ideazione di temi importanti.

Il World Cafè è un metodo che predispone l’ambiente con dei tavoli in cui le persone si siedono a discutere tra loro attorno ad una domanda-stimolo.

Ogni tavolo è condotto da un facilitatore che tiene traccia di quanto emerso nel corso del confronto tra le persone.

Al termine della serata i facilitatori dei tavoli del World Cafè riportano all’intera assemblea quanto emerso nel corso della discussione nel tavolo che facilitavano.

Al termine della Prima Fase, viene redatto un report con tutti i contenuti che sono emersi dalle 6 assemblee pubbliche.

Tale report indica anche le priorità che sono emerse da questo lavoro di indirizzo da parte dei cittadini.

Questo documento viene inviato via mail a tutte le persone presenti alle serate, interessate a ricevere tale materiale.

 

Seconda Fase – Definizione piani di intervento

Attraverso le assemblee pubbliche, i cittadini partecipanti hanno individuato le tematiche che ritengono prioritarie per attivare un processo di sviluppo della qualità della vita della città di Alba orientato al suo futuro.

Tali tematiche emerse diventano oggetto di confronto, approfondimento e di individuazione di piani d’azione da parte di operatori dei servizi, decision maker, policy maker, stakeholder e operatori grezzi.

Vengono costituiti alcuni Tavoli di approfondimento tematico, secondo i temi individuati nel corso delle assemblee pubbliche dai cittadini.

Ogni Tavolo di approfondimento tematico è articolato su tre incontri ed è finalizzato a produrre un piano di intervento sostenibile per il rafforzamento del tema oggetto del lavoro.

Il prodotto dei Tavoli di approfondimento tematico viene restituito alla cittadinanza attraverso alcuni incontri pubblici nei 6 quartieri e viene inserito nella seconda parte del report già predisposto.

In tali occasioni, si raccolgono le valutazioni dei cittadini rispetto ai piani di intervento presentati.

 

Terza Fase – Restituzione pubblica

Il materiale emerso e i piani di intervento predisposti vengono configurati in forma visuale e presentati dai Tavoli di approfondimento tematico all’interno di un evento pubblico finale.

Le persone della città di Alba interessate a portare idee, contributi, proposte e concorrere così alla definizione degli indirizzi di rafforzamento della qualità della vita cittadina, possono prendere parte alla assemblea pubblica in calendario nel quartiere ove risiedono (o in quello più prossimo).

Date delle assemblee pubbliche con i cittadini nei quartieri

 

Quartiere Centro Storico

Martedì 22 Maggio 2018 (20.30 - 22.00)

c/o Cortile della Maddalena

 

Quartiere Vivaro

Giovedì 24 Maggio 2018 (18.30 - 20.00)

c/o Cral della Ferrero

 

Quartiere Moretta Langhe e Moretta Due

Giovedì 24 Maggio 2018 (21.00 - 22.30)

c/o Centro Anziani - Via Misureto

 

Quartiere Piave

Martedì 29 Maggio 2018 (20.30 - 22.00)

c/o salone parrocchiale Divin Maestro, corso Piave 71b

 

Quartieri Mussotto - Scaparoni - Piana Biglini

Mercoledì 30 Maggio 2018 (21.00 - 22.30)

c/o palestra del centro sportivo R. Saglietti

 

Quartiere San Cassiano

Giovedì 31 Maggio 2018 (20.30 - 22.00)

c/o Oratorio di San Cassiano

Allegato Dimensione
A3 x sito grande.jpg 6.88 MB